free web design templates



Astrologia, la scienza del cielo

"Non so nulla con certezza, ma la vista delle stelle mi fa sognare."

Vincent van Gogh

L'astrologia era già molto nota ai tempi dei babilonesi e i Maya conoscevano i movimenti dei pianeti e li usavano per prevedere con precisione i moti e anche le stagioni delle piogge, utili per l’agricoltura. Anche durante l’impero Romano, l’astrologia aveva un ruolo importantissimo: l’imperatore Augusto faceva battere le monete con il glifo del Capricorno per inaugurare la nuova era di Roma. Nel primo secolo dopo Cristo, Marco Manilio scriveva il primo manuale astrologico: dal suo libro sarà ispirato anche il geniale scienziato, astronomo e geografo Tolomeo, il più famoso astrologo greco dell’antichità. I suoi famosissimi trattati astrologici come Tetrabiblos e Almagesto sono anche oggi studiati con grande interesse.

L’astrologia è una scienza complessa. Cercare di capire e catalogare una persona solo in base alla data di nascita è totalmente sbagliato. Ci sono tantissimi fattori che modulano il modo in cui una persona è e si comporta in base alle influenze celesti e terrestri.

Così come la nostra carta d’identità ci parla della data e del luogo di nascita, il tema natale è la nostra carta d’identità astrale: nel momento in cui nasciamo, la posizione dei pianeti nei segni zodiacali dal punto di vista celeste e terrestre disegnano la nostra carta del cielo. Conoscere il nostro tema natale significa conoscere meglio noi stessi, le nostre potenzialità, i nostri punti forti e i nostri punti meno forti. Tutta la vita può diventare una strada per crescere, scoprirsi, avvicinarsi a quello stato interiore che ci fa ritrovare noi stessi, ci fa avvicinare alla nostra essenza, al nostro cuore spirituale.

Le vie sono tante e così come lo Yoga e il Tantra, anche l’astrologia aiuta a conoscerci, scoprirci, realizzando uno splendido quadro con diversi argomenti come il nostro carattere, il temperamento, la salute, le abilità e inclinazioni, le nostre aspirazioni.

All’inizio per disegnare la carta astrale, prendiamo in considerazione, oltre alla data, il luogo e l’ora di nascita. Possiamo asserire che, nel momento della nascita, il Sole si trova in un certo segno zodiacale. Il Sole è la luce, è quello che illumina la nostra coscienza e durante l’anno solare attraversa i 12 segni zodiacali partendo dal segno dell’Ariete, per finire il suo ciclo con il segno dei Pesci. Questa successione dei segni zodiacali (che sono diversi dalle costellazioni) rappresenta una via d’iniziazione mistica. I 12 segni zodiacali sono una via spirituale che ha come finalità la comunione con l’energia Suprema. Ogni volta che il Sole attraversa un segno zodiacale (in realtà è la Terra che gira intorno al Sole), lascia un’impronta luminosa che possiamo identificare in maniera molto sintetica nel modo seguente.

Il segno dell’Ariete rappresenta il coraggio, che sfocia con l’inizio di ogni azione e che sarà mantenuto nel segno del Toro tramite la forza stabile, la materialità e la conservazione dell’energia dell’influsso solare. Spinti dalla curiosità l’energia prende la forma della conoscenza e della capacità dello studio caratteristica del segno dei Gemelli; Il Cancro sentirà tramite le emozioni e le percezioni ciò che ha imparato e tramite la devozione supererà qualsiasi forma di paura e abbandono. Con il passaggio del Sole nel segno del Leone nasce la fermezza, l’amore di se e la volontà di trasmettere agli altri ciò che ha assimilato finora. La Vergine vorrà analizzare tutto ciò per capire meglio e concettualizzare e la Bilancia cercherà la giustizia, avendo la necessità di vivere uno stato di armonia, equilibrio e bellezza. Lo Scorpione sarà quello che rinuncerà a compiacersi distruggendo se c’è bisogno tutto ciò che serve per una rinascita interiore profonda portando il desiderio verso un mondo migliore dove regna la verità e la giustizia creati dal segno del Sagittario. Il Capricorno tramite la sua capacità di isolarsi e sacrificare il piacere mondano, metterà in pratica ciò che ha appena ricevuto per trasformarsi, e l’Acquario tramite l’amore incondizionato e geniale ci dirà che possiamo vivere anche senza regole. Il cerchio si chiude quando il Sole attraversa il segno dei Pesci l’ultima spira di questa evoluzione che ci parla della forza della fede oltre qualsiasi forma di conoscenza e di abbandono nella volontà Divina.

Queste tappe evolutive sono dentro ognuno di noi e formano una “spirale” di crescita interiore che ci permette di diventare consapevoli dello scopo ultimo per cui siamo qui.


Note legali

Rimani in contatto con noi - seguici sui social!