html website templates



LA LEGGE DEL DONO OCCULTO
- Poiché è dando che si riceve-

Una comprensione pratica del significato spirituale di questa legge universale 
- di Gregorian Bivolaru

L’applicazione di questa importante legge spirituale può essere facilmente realizzata da chiunque, ovunque ed in qualunque momento, ed il beneficio più grande dell’integrazione di questa legge nella nostra esistenza quotidiana è di permetterci di scoprire, con gioia crescente, che, in effetti, tutto ciò che doniamo agli altri, in realtà lo doniamo, al contempo, anche a noi stessi. Quando offriamo, a coloro che meritano, i doni divini ed aspiriamo ad offrire, con l’aiuto di Dio, al momento giusto, tutto ciò di cui coloro che ricevono hanno bisogno per il loro bene e per la loro trasformazione interiore, agendo in uno stato di entusiasmo profondo e di abnegazione, diventiamo in questo modo un misterioso canale divino attraverso cui si manifesta, ogni volta, DIO Padre. Agendo in questo modo, una parte importante del bene che offriamo o che facciamo agli altri ritorna a noi, simultaneamente.

Molto tempo fa, Gesù Cristo ci ha rivelato una delle più importanti leggi divine spirituali, il cui valore è immenso. Questa legge è stata enunciata in poche parole piene di saggezza: “Chiedi e ti sarà dato, bussa e ti sarà aperto, cerca e troverai”. Anche se enunciata in modo lapidario, questa importante legge divina ci fa comprendere che quando siamo animati da amore, fede ed umiltà e chiediamo l’aiuto di Dio Padre, Egli ci dona poi, al momento giusto, tutto ciò che è buono e di cui abbiamo bisogno. Studiando con attenzione questa importante legge divina, scopriamo sempre che DIO Padre è colui che ci offre, spesso in modi misteriosi, tutto ciò che gli chiediamo e che è buono e divino. Per far entrare in azione questa importante legge divina dobbiamo però manifestare una fede incrollabile in DIO, amore ed umiltà. Studiando con attenzione il contenuto di questa legge divina, scopriamo che, in realtà, DIO Padre è e rimane permanentemente la sorgente, o in altre parole, la cornucopia divina dell’abbondanza che ci offre tutto ciò che gli chiediamo di buono e di cui abbiamo bisogno.

Meditando su questa importante legge divina, alcuni di noi potrebbero chiedersi: “Ma è forse possibile che noi, uomini, nell’ipostasi di esseri umani creati ad immagine e somiglianza di Dio, possiamo agire, a nostra volta, in modo che DIO doni (in e attraverso il nostro essere) il suo bene o i suoi divini regali di cui gli esseri umani (che sono pronti a ricevere tutto questo) hanno bisogno?”.

La risposta a questa domanda è: “Si, indubbiamente, tutti noi possiamo diventare, in certe condizioni, dei misteriosi canali divini attraverso cui DIO Padre si manifesta per donare il bene o i divini regali che noi, con umiltà e abnegazione, Gli imploriamo di offrire tramite noi”.

Tutto questo e ancora molto altro di buono, bello, divino ed autentico diventa facilmente possibile quando comprendiamo e mettiamo costantemente in pratica la Legge del Dono Occulto. Attraverso una applicazione perseverante ed attenta della Legge del Dono Occulto, ognuno di noi diventa e rimane un misterioso canale divino, in e tramite il quale DIO Padre si manifesta. Agendo in questo modo, animati da una fede incrollabile nell’aiuto che DIO Padre offre attraverso di noi, Lo imploriamo con umiltà e abnegazione, affinché si manifesti in e attraverso il nostro essere per offrire, a tutti coloro che sono pronti a ricevere, i doni divini che chiediamo. Agendo in questo modo, scopriamo una misteriosa connessione tra questa importante legge spirituale, rivelata da Gesù, e la Legge del Dono Occulto.

Sin dall’inizio, dobbiamo considerare il fatto che, anche nel caso di questa importante legge spirituale, un grammo di pratica vale quanto tonnellate di teoria. La comprensione del valore straordinario di questa semplice legge spirituale ci può essere rivelata per esperienza diretta. Nel caso di questa legge spirituale, solo chi osa metterla costantemente in pratica si convincerà del suo insospettabile valore, che assicura una rapida trasformazione interiore. Un importante detto afferma: “Sapere, volere, osare e tacere”. Questa antico detto di saggezza si applica perfettamente anche nel caso della pratica attenta e perseverante della Legge del Dono Occulto. Tra l’altro, la Legge del Dono Occulto ci rivela una misteriosa e permanente connessione, che si realizza attraverso i processi di risonanza occulta tra il Macrocosmo e il Microcosmo del nostro essere. In questo modo, ognuno di noi può scoprire che nulla è casuale, realizzando che non siamo mai da soli e prendendo coscienza della connessione misteriosa che ci unisce permanentemente all’intero Macrocosmo.

Donandoci, pieni di abnegazione, a questo nobile ideale, riusciremo così ad approfondire sempre di più, per esperienza diretta, il mistero divino del dono. In altre parole, quando siamo animati di entusiasmo, di aspirazione e di abnegazione, ciascuno di noi può sperimentare in modo diretto l’importanza della Legge del Dono Occulto. Questa legge spirituale, conosciuta dai grandi iniziati, può essere definita brevemente nel seguente modo: quando doniamo, colmi di abnegazione, di entusiasmo e della nobile aspirazione di essere un canale divino perfetto, otteniamo, al contempo, anche per noi stessi, una considerevole parte di tutto ciò che doniamo agli altri. Quando integriamo nella nostra vita questa legge, scopriamo tramite un’ineffabile esperienza diretta, che anche noi impariamo e ci trasformiamo, insegnando agli altri ed aiutando gli altri a trasformarsi. In questo modo, ciascuno di noi può rendersi conto che questa nobile missione, alla quale ci consacriamo, accelera, simultaneamente, la nostra stessa crescita spirituale e ci aiuta così a crescere giorno dopo giorno, quando invece altri impiegano – per la stessa evoluzione – anni interi.

Anche se ad alcuni di noi questa affermazione potrebbe sembrare esagerata, potremo osservare – tramite l’approfondimento di questa esperienza occulta – che ciò che viene rivelato qui è perfettamente valido. Osserveremo un processo misterioso di accelerazione e di crescita sorprendentemente rapido nel nostro stesso universo interiore. In questo modo, ci apriremo verso una sublime ed ineffabile esperienza spirituale, in cui ci manifesteremo come un canale o un relè divino che offre agli altri, dalle sfere infinite di forza che esistono nel Macrocosmo, da cui possiamo estrarre le energie e gli aspetti spirituali di cui abbiamo bisogno, per donare a coloro che sono aperti per ricevere, quello che offriamo da DIO.

Per questo è però importante riuscire a diventare dei perfetti canali divini, in e attraverso i quali si manifestano le sfere infinite di forza che esistono nel Macrocosmo e con le quali entriamo in risonanza occulta, soprattutto quando doniamo.

Tramite l’approfondimento, attraverso l’esperienza diretta, della Legge del Dono Occulto, potremo vivere esperienze spirituali interiori straordinarie, che ci aiuteranno a crescere sempre di più e molto più velocemente rispetto agli altri. In questo modo, scopriremo, ogni volta, che più doniamo, dal punto di vista spirituale, più cresciamo, al contempo, noi stessi dal punto di vista spirituale. La ricchezza e la complessità delle esperienze che avremo in questo modo ci sorprenderanno e ci aiuteranno a godere pienamente dello stato di canale divino, dello stato di relè misterioso in e tramite il quale si manifestano le energie, gli stati e le informazioni che doniamo a chi è aperto e capace di riceverle. La comprensione, per esperienza diretta, della Legge del Dono Occulto ci aiuterà a crescere e a diventare, sempre più velocemente, dei ‘giganti’ spirituali.

L’approfondimento della Legge del Dono Occulto ci aiuterà a sentire, simultaneamente, che quando doniamo ciò che è buono e spirituale, allo stesso tempo riceviamo nella nostra aura una considerevole parte dell’energia di quel bene spirituale che offriamo agli altri con entusiasmo. Agendo ogni volta in questo modo e consacrando a DIO Padre i frutti delle azioni spirituali che realizziamo, ognuno di noi diventa così (in modo direttamente proporzionale agli sforzi che si realizzano in questa direzione) una vera colonna, un canale di luce spirituale divina, attorno al quale crescerà, si svilupperà e si amplificherà la vita spirituale. Così, più doneremo, dalle sfere misteriose di energia che esistono nel Macrocosmo, senza aspettarci niente in cambio da coloro a cui offriamo, più bene spirituale si accumulerà, al contempo, nel nostro universo interiore, da quelle sfere infinite di energia a cui ci connettiamo, allora, tramite l’innesco di alcuni processi di risonanza occulta.

In questo modo, molti di noi arriveranno ad essere veramente felici, realizzati, trasformati, espansi, tramite l’approfondimento sincero e pieno di candore di questo processo occulto che si innescherà ogni volta che applicheremo la Legge del Dono Occulto.

Procedendo in questo modo, ci sentiremo sempre più felici, dal punto di vista spirituale, man mano che sentiremo che abbiamo un immenso impatto benefico nell’ambiente in cui ci manifestiamo, grazie al fatto che aiutiamo gli altri, dal punto di vista spirituale, in vari modi, funzionando, ogni volta, nell’ipostasi misteriosa di canale divino, in e tramite il quale si manifestano alcune energie, alcuni stati di animo, alcuni aspetti, alcune idee ed informazioni, che allo stesso modo arricchiscono anche noi stessi, grazie al fatto che le doniamo agli altri. Cosi ci potremo convincere, di volta in volta, che ogni sforzo che facciamo, quando applichiamo coscientemente la Legge del Dono Occulto, non rimane infruttuoso. Innanzitutto ci convinceremo, in modo straordinariamente veloce, che tutto il bene spirituale che doniamo da questi focolai infiniti di forza lo ritroviamo sempre, subito dopo, anche nel nostro universo interiore, dove rimarrà per sempre.

Agendo ogni volta in questo modo ispirato, diventeremo delle vere sorgenti di conoscenza spirituale per gli altri e, allo stesso tempo, questo processo di riversamento di questa acqua spirituale viva ci nutrirà e ci trasformerà enormemente in tempi molto brevi. Ancora di più, osserveremo che questo processo funziona anche a distanza. In questo modo, scopriremo che questo processo occulto di trasformazione e di crescita interiore individuale continua anche dopo, nel nostro universo interiore, come un’eco (che sopravvive e si mantiene anche all’infinito) che ritorna da tutti coloro a cui abbiamo insegnato, che abbiamo aiutato a trasformarsi e che abbiamo spronato, e questo stesso processo occulto trasforma considerevolmente la nostra prospettiva e ci apre nuovi orizzonti insospettati.

Tramite una giusta integrazione della Legge del Dono Occulto, ognuno di noi si trasformerà enormemente in bene, aiutando al contempo anche gli altri a trasformarsi in bene. Tutti, senza eccezione, possono donare quando si connettono in modo adeguato ai focolai di potere infinito che esistono nel Macrocosmo, innescando in questo modo, nel proprio essere, i processi specifici di risonanza occulta. Resta inteso che questo collegamento presuppone solo il fatto di credere con una forza incrollabile che questo processo si produrrà e si innescherà tramite l’attivazione nel proprio universo interiore del focolaio specifico che permette di entrare simultaneamente in risonanza con il corrispondente focolaio del Macrocosmo.

In questo modo, quando doniamo agli altri o ad un’unica persona l’amore o altri vissuti spirituali elevati, come ad esempio: l’altruismo, l’entusiasmo, la buona volontà, la bontà, il distacco, la tenerezza, ecc., questo processo di risonanza specifico, che si innesca nel nostro universo interiore, ci trasforma in un canale divino sui generis, in e attraverso cui si manifesta l’energia specifica che originariamente proviene da DIO Padre. Quando doniamo abbondantemente agli altri esseri umani un certo stato spirituale, irradiando attorno a noi, nell’ambiente in cui ci troviamo, quell’energia (modulata secondo il vissuto o lo stato spirituale che doniamo), facciamo così entrare in azione, subito dopo, la Legge del Dono Occulto, ma ogni volta una certa, considerevole, percentuale dell’energia che doniamo rimane e si accumula nel nostro universo interiore, diventando così un nutrimento eletto per l’anima. In questo modo, chi fa entrare in azione la Legge del Dono Occulto, non solo aiuta tutti coloro che sono aperti a ricevere una energia sublime spirituale e ad avere così accesso ad uno stato spirituale che fino ad allora non era accessibile, ma, allo stesso tempo, esattamente quello che doniamo agli altri lo doniamo simultaneamente anche a noi stessi (in una certa proporzione).

Comprendendo così come si deve questo aspetto, per esperienza diretta, riusciremo a renderci conto del motivo per cui i grandi iniziati hanno affermato che ogni volta noi stessi impariamo e ci trasformiamo quando insegniamo ed aiutiamo gli altri, in un modo altruista e pieno di entusiasmo, a trasformarsi.

Al di là delle apparenze, la condizione fondamentale del saggio utilizzo della Legge del Dono Occulto è di riuscire prima di tutto a risvegliare e dinamizzare nel proprio universo interiore lo stato, il vissuto o l’esperienza che intendiamo donare agli altri, in un modo esemplare. In altre parole, nessuno di noi può donare agli altri, nel quadro di questo processo misterioso, qualcosa che non è riuscito (per il momento) a risvegliare nel proprio universo interiore. Se per esempio non abbiamo risvegliato, nel nostro universo interiore, lo stato di amore o lo stato di entusiasmo, è impossibile poterlo offrire agli altri (perché esso, per il momento, non esiste nel nostro universo interiore e in una tale situazione, noi stessi non possiamo collegarci abbastanza facilmente, tramite l’attivazione di un processo occulto di risonanza, per ricevere, nel Microcosmo del nostro essere, l’energia corrispondente), mentre un altro essere umano dona abbondantemente, proprio perché ha risvegliato pienamente nel proprio universo, quello stesso amore o entusiasmo. Comprendendo questo mistero, sarà possibile intuire il significato nascosto delle parole: “Dove non c’è nulla, nemmeno Dio chiede”. Inoltre, tramite la comprensione di questi misteri potremo penetrare il senso nascosto delle parole divinamente ispirate di Gesù che ha detto: “A chiunque ha, sarà dato ancor più e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha, sarà tolto anche quel poco che ha”.

Dobbiamo rammentare che non abbiamo bisogno di un diploma universitario per mettere in atto la Legge del Dono Occulto e diventare dei canali divini, in e tramite i quali si manifestano energie spirituali straordinarie, rendendo così possibile, ogni volta, la manifestazione della Legge del Dono Occulto, che agisce in un modo miracoloso a favore degli altri, trasformandoli ed aiutandoli a crescere spiritualmente in modo simultaneo, ma provocando allo stesso tempo anche la nostra propria trasformazione o crescita interiore accelerata.

E’ importante rendersi conto che questa legge spirituale divina molto valida è conosciuta davvero solo dai grandi iniziati. Alcune persone possono trovare da qualche parte il detto: “Impariamo insegnando gli altri” o “Trasformando gli altri, siamo noi stessi trasformati”, ma comunque, sono pochi gli iniziati che comprendono profondamente ciò che avviene in realtà. Alla luce della Legge del Dono Occulto, potremo comprendere in modo totalmente differente, in un modo profondo, perché i grandi saggi affermano che per trasformare e per rivoluzionare, dal punto di vista spirituale, gli altri, dobbiamo, prima di tutto, essere noi stessi profondamente trasformati e profondamente rivoluzionati dal punto di vista spirituale.

Solo quando noi stessi siamo profondamente trasformati e profondamente rivoluzionati, dal punto di vista spirituale, diventiamo veramente capaci di mettere in atto con successo la Legge del Dono Occulto innescando, in questo modo, attorno a noi, delle profonde trasformazioni interiori ed una rapida rivoluzione spirituale.

È necessario considerare che la Legge del Dono Occulto è e rimane una modalità di azione per così dire terribile, che può funzionare sia nel bene che nel male. Non deve sorprenderci il fatto che anche coloro che fanno del male utilizzando (spesso inconsapevolmente) la Legge del Dono Occulto, si connettono ai minuscoli focolai di energia malefica che esistono nei regni infernali. Dato che sempre, senza eccezione, la conoscenza iniziatica esoterica è potere, ognuno di noi deve vegliare anche su se stesso per utilizzare questa legge importante, che è la Legge del Dono Occulto, solo e soltanto in un senso divino, benefico. È essenziale fare in questo modo, perché siamo responsabili sia per tutto il bene sia per tutto il male che potremmo fare utilizzando la terribile Legge del Dono Occulto. Quando viene utilizzata in una direzione divina, profondamente benefica, la Legge del Dono Occulto può fare miracoli e meraviglie. Quando viene utilizzata in un senso malefico, demoniaco o satanico, la Legge del Dono Occulto può causare molta sofferenza e può anche innescare, in alcuni casi, delle tragedie. Essenzialmente parlando, la Legge del Dono Occulto, applicata in un senso divino e benefico, ci aiuterà a comprendere e anche ad approfondire, tramite esperienza diretta, la verità del fatto che tutto il bene e tutte le energie spirituali che, pieni di abnegazione, doniamo agli altri, le doniamo al contempo anche a noi stessi.

Attraverso l’approfondimento, per esperienza diretta, della Legge del Dono Occulto sarà possibile comprendere da un’altra prospettiva l’antichissimo detto che afferma: “Bene che fai, bene che trovi”. Tramite un’applicazione generosa ed altruista della Legge del Dono Occulto a beneficio della trasformazione spirituale degli altri, noi stessi otterremo e potremo anche amplificare, con stupefacente facilità, nel nostro universo interiore, ciò che inizialmente cominciava appena a risvegliarsi e a germogliare. In altre parole, se ognuno di noi continua a mettere in atto la Legge del Dono Occulto a beneficio degli altri, anche se in lui certe qualità spirituali sono risvegliate solo in piccola parte, facendo sforzi altruisti e generosi per diventare dei canali divini per gli altri, in e attraverso cui si manifesteranno le energie misteriose spirituali che (colmi di abnegazione e di spirito di dono) aspireremo ad offrire agli altri in uno slancio quasi irresistibile, vedremo che i miracoli si avverano in ognuno di noi.

Anche se, per esempio, in origine avevamo risvegliato un certo focolaio spirituale misterioso nel nostro universo interiore, solo in una percentuale del 7%, constateremo che man mano che diventiamo il canale di manifestazione di quella qualità e arriveremo ad emanare l’energia sottile specifica di quella qualità, dopo soli 7-9 mesi in cui metteremo quasi sempre in pratica la Legge del Dono Occulto, la percentuale di risveglio di quel misterioso focolaio nel nostro proprio essere crescerà come per miracolo e potrà arrivare al 70%. Questa trasformazione interiore, che accadrà sicuramente se metteremo in atto, in modo attento e sistematico, la Legge del Dono Occulto, potrà essere sperimentata nel Microcosmo del nostro essere, tramite gli stati profondi e complessi che inizieremo a vivere dopo un certo periodo di tempo. In questo modo, anche se prima il nostro entusiasmo era anemico e quasi insignificante, riusciremo dopo un certo periodo di tempo, applicando in un modo attento e costante la Legge del Dono Occulto, ad avere un entusiasmo straordinariamente forte e persino contagioso, che stupirà gli altri e farà in modo che essi ci guardino con viva ammirazione, determinandoli a considerarci, giustamente, un modello spirituale degno da seguire.

La comprensione e l’approfondimento costante della Legge del Dono Occulto ci permette di scoprire che, se generare nel nostro universo interiore alcuni processi di risonanza occulta (sublimi, divini, profondamente benefici, spirituali) è una grande felicità, diventare dei canali divini (tramite i quali vengono donati anche ad altre persone ed abbondantemente, gli stati elevati spirituali di cui noi già godiamo) è e rimane un motivo di felicità travolgente, che spesso diventa anche euforica. Conoscendo teoricamente questo mistero, ci rimane da scoprire che, se innescare nel proprio universo interiore dei processi di risonanza spirituali sublimi è una felicità, allora donare quelli stati sublimi anche agli altri si rivelerà per ognuno di noi la sorgente di stati di felicità travolgente.

Allo stesso tempo, così scopriremo, con grande stupore, che, ogni volta, più doniamo dalle sorgenti infinite che esistono nel Macrocosmo (offrendo, in questo modo, dei vissuti spirituali sublimi che noi stessi abbiamo prima risvegliato nel nostro universo interiore), ancora di più cresciamo, ci trasformiamo e beneficiamo noi stessi dagli stati sublimi, divini, spirituali che doniamo, colmi di abnegazione, agli altri che sono aperti per riceverli. Procedendo così, possiamo, al contempo, far apparire negli esseri risvegliati gli stessi stati spirituali che noi stessi abbiamo vissuto in origine e poi abbiamo donato, mettendo in azione la Legge del Dono Occulto, per contribuire in questo modo al risveglio e alla dinamizzazione, nel loro universo interiore, dei focolai specifici e ciò permetterà che loro stessi diventino, ulteriormente, capaci di vivere e di intensificare i loro processi di risonanza occulta spirituale, diventando poi, a loro volta, capaci di mettere in azione la Legge del Dono Occulto e, causando, in questo modo, una contaminazione sublime, pura, elevata, spirituale, a catena nelle persone con cui entreranno in contatto e che saranno a loro volta ricettive per risvegliarsi dal punto di vista spirituale e poi crescere, per diventare ulteriormente capaci, spesso anche incoscientemente, di mettere in atto la Legge del Dono Occulto.

In questo modo, possiamo comprendere le reazioni a catena profondamente benefiche che possono apparire, permettendo la trasformazione dell’ambiente globale di questo pianeta, contribuendo così pienamente all’elevazione della frequenza globale di vibrazione; tutto questo avrà ripercussioni importanti e profondamente benefiche sull’ambiente energetico sottile, globale di questo pianeta, che è, non a caso, un pianeta blu.

Una applicazione attenta e perseverante della Legge del Dono Occulto ci aiuta a comprendere, per esperienza diretta, che, quando continuiamo a donare agli altri esseri umani degli stati di felicità, dei vissuti spirituali sublimi, degli impulsi benefici, moltiplichiamo in questo modo, nel nostro universo interiore, la nostra felicità, i nostri vissuti spirituali e in questo modo facciamo crescere e fiorire quelle virtù che prima, nel nostro universo interiore, esistevano solo come boccioli. In questo modo, con l’aiuto della Legge del Dono Occulto, possiamo far crescere e moltiplicare anche per decine di volte o anche per centinaia di volte, la felicità, gli stati spirituali, e anche i vissuti spirituali che prima erano minuscoli o insignificanti. In questo modo, potremo scoprire che è possibile aumentare e anche moltiplicare per decine di volte la felicità spirituale, l’amore o i vissuti spirituali sublimi quando, colmi di abnegazione ed animati da uno spirito esemplare di dono, li condividiamo con gli altri.

In questo modo, condividendo con gli altri tutto ciò che abbiamo di buono, diventiamo così dei canali in cui si manifestano quelle energie divine spirituali accresciute e contribuiamo pienamente sia alla trasformazione degli altri che alla nostra propria trasformazione, che si realizza molto più rapidamente e, come per magia, fa apparire risultati eccezionali.

Così ci possiamo convincere dell’importanza gigantesca della Legge del Dono Occulto e in questa direzione potremo comprendere che, donando, otteniamo noi stessi, cresciamo molto di più e ci trasformiamo in modo accelerato.

Comprendendo questi misteri, possiamo ritenere che, invece di puntare il dito, sia molto meglio offrire un aiuto o una spalla per aiutare – colmi di abnegazione – coloro che sono aperti ad accettare il nostro aiuto.

La sperimentazione attenta e sistematica della Legge del Dono Occulto ci permette di comprendere che attiriamo e riceviamo sempre, nel nostro universo interiore, esattamente ciò che doniamo agli altri.

L’approfondimento per esperienza diretta della Legge del Dono Occulto ci permette, allo stesso tempo, di comprendere che un essere umano profondamente trasformato interiormente, e con un’anima grande e generosa, sente grande piacere e gioia a donare, piuttosto che a ricevere. La comprensione profonda di questo aspetto, qui esposto, può diventare per ognuno di noi un criterio interiore che può aiutarci a comprendere facilmente se siamo arrivati ad essere tale genere di persona. L’applicazione perseverante della Legge del Dono Occulto ci può aiutare straordinariamente a diventare noi stessi, anche molto velocemente, un simile essere umano. Per questo, dobbiamo imparare a donare agli altri sempre di più tutto ciò che è buono, divino, bello e meraviglioso dentro di noi, amplificando sempre di più nel nostro universo interiore, ogni giorno che passa o almeno ogni settimana, il piacere e la gioia segreta di donare sempre e sempre di più.

L’utilizzo attento e perseverante della Legge del Dono Occulto nella sfera spirituale implica di essere animati da abnegazione, da entusiasmo, da uno spirito travolgente di dono, da una aspirazione elevante di essere utili agli altri.

Quando agiamo in questo stato spirituale superiore, possiamo essere certi che sarà, ogni volta, molto facile per noi mettere in azione la Legge del Dono Occulto. Nel caso in cui ci sentiamo schivi, orgogliosi, egoisti, accaniti o pietrificati nell’anima, è essenziale non dimenticare che abbiamo a disposizione una tecnica efficiente, rapida e straordinariamente valida.

Questa tecnica è e rimane il KARMA YOGA. In altre parole, essa prevede di impegnarci in modo attento e sistematico nella realizzazione di azioni di KARMA YOGA, dopo che previamente abbiamo realizzato almeno tre volte la consacrazione dei frutti a DIO Padre o ad una delle dieci Grande Forze Cosmiche. La realizzazione della consacrazione per tre volte consecutive dei risultati è essenziale, e, in una tale situazione, dobbiamo sentire ogni volta, sempre più profondamente e in modo più ampio, che la risposta che riceviamo in seguito a quella consacrazione, o meglio, la risposta affermativa, sia sempre più intensa. La realizzazione attenta e colma di dono di alcune azioni di KARMA YOGA, che saranno coronate dal successo, ci aiuta in modo straordinario a comprendere e ad approfondire i meccanismi misteriosi che ci permettono poi di mettere facilmente in pratica la Legge del Dono Occulto.

Quando mettiamo in azione la Legge del Dono Occulto nella nostra vita quotidiana, è importante renderci conto che possiamo integrare la Legge del Dono Occulto in ogni aspetto della nostra esistenza, riuscendo così a diventare dei canali divini sui generis complessi, in e attraverso i quali vengono offerti, agli esseri umani che meritano, doni materiali, doni spirituali, doni erotici, doni psichici, doni mentali, doni vitali, perché l’applicazione della Legge del Dono Occulto implica tantissime modalità spesso insospettate, che ci aiutano a crescere e a trasformare noi stessi in un modo accelerato quando facciamo uso con saggezza di questa importante legge.

Quando mettiamo in atto la Legge del Dono Occulto, dobbiamo sempre tenere in considerazione un certo principio. L’essere umano che dona, animato da altruismo e bontà, deve manifestare, al contempo, uno stato totale di distacco ed è anche necessario che si dimentichi di aver donato. Ma d’altra parte, invece, coloro che ricevono non devono mai dimenticare di aver ricevuto. Prima di tutto devono ringraziare DIO Padre per i doni divini che gli sono stati offerti tramite un certo essere umano, che è stato il canale o lo strumento attraverso cui DIO Padre si è manifestato per donare a colui che ha meritato e che è stato pronto per ricevere.

Non dimenticare che ci è stato donato è molto importante, perché ci aiuta a manifestare uno stato di riconoscenza, prima di tutto verso DIO Padre e anche verso la persona tramite cui è stato fatto, nell’ipostasi di strumento o canale divino, il dono di ciò che ci è stato messo in un certo modo a disposizione. Dimenticare che, ad un certo punto, abbiamo beneficiato di ciò che ci è stato donato è caratteristico delle persone egoiste, ingrate, meschine, ipocrite, che si riconoscono facilmente in quanto non sono capaci di manifestare mai degli stati di riconoscenza sinceri né verso DIO Padre né verso gli esseri umani tramite quali DIO si è manifestato, quando ha regalato loro qualcosa di buono. Considerando questo principio, è necessario vegliare su di noi per evitare di essere, di rimanere o eventualmente di deviare, diventando irriconoscenti.

Quando manifestiamo riconoscenza, prima di tutto verso DIO, per tutto ciò che ci dona abbondantemente, questa manifestazione di uno stato di riconoscenza sincero e profondo, da sentire almeno per 2-3 volte al giorno verso DIO Padre, ci aiuta straordinariamente a trasformarci, a purificarci, ad elevare la nostra frequenza dominante di vibrazione e, ancora di più, ci prepara per ricevere sempre nuovi doni benefici e gioie spirituali che DIO è disposto ad offrire dal Suo infinito a tutti coloro che manifestano costantemente uno stato di riconoscenza profonda verso di Lui. È molto importante che questo principio non sia perso di vista da tutti coloro che vogliono beneficiare pienamente e in permanenza della Legge del Dono Occulto. L’approfondimento attento e conseguente della Legge del Dono Occulto ci permette di scoprire che una delle più belle ricompense che questa Legge importante ci offre è e rimane questa: nessun essere umano può aiutare in modo sincero e pieno di abnegazione un altro essere umano o altri esseri umani, donando loro tutto ciò che ha di più buono, senza aiutare, nello stesso tempo, anche se stesso. In altre parole, ogni essere umano che aiuta o dona agli altri esseri umani tutto ciò che ha di più buono aiuta, al contempo, se stesso e riceve simultaneamente, in una certa proporzione, tutti i doni spirituali, o anche materiali, che offre. È importante capire che non esiste nessuna eccezione a questo meccanismo.

Ognuno di noi deve sempre stare attento a non lasciarsi deviare dai demoni che incontra sulla via in cui si è impegnato per diventare per gli altri un canale divino, in e tramite il quale si manifestano i doni divini. Non perdiamo di vista che, così come anche Gesù è stato tentato e provocato innumerevoli volte dai demoni e dai diavoli, essendo sottoposto ad una prova spirituale anche da Satana stesso, neanche noi potremo sottrarci da certe prove o test spirituali, che, solo se superati con successo, ci porteranno tre volte in avanti e ci faranno raggiungere nuovi gradini spirituali, superiori. Tuttavia, se falliremo in queste prove spirituali importanti, saremo retrocessi di 3 gradini più in basso. Dobbiamo rammentare, inoltre, il detto pieno di saggezza di Gesù: “Molti sono i chiamati ma pochi sono gli eletti”. Noi e solo noi, attraverso il modo in cui pensiamo ed agiamo, possiamo sottrarci a questa via. Sapendo ciò, è necessario vegliare permanentemente per non lasciarsi deviare. In questo senso, sappiamo che a volte gli esseri umani inciampano nelle verità iniziatiche fondamentali, ma quelli stupidi, superficiali e sbadati si alzano indifferenti e poi continuano a camminare come se nulla fosse. Una situazione del genere segna il fallimento. Per applicare in modo esemplare la Legge del Dono Occulto (esercitandoci con successo soprattutto nel dominio spirituale) è importante che ci rendiamo conto che dobbiamo donarci totalmente e in un modo incondizionato a DIO Padre, per diventare in questo modo dei canali perfetti o, in altre parole, degli strumenti divini, in e attraverso cui Egli si manifesta, quando deve e quanto deve, in modi che spesso sono per noi sorprendenti e misteriosi, offrendo agli esseri umani i doni divini di cui hanno bisogno.

Donandoci totalmente a Dio e consacrandoci come Suoi strumenti in questo mondo, diventiamo così capaci di aiutare gli altri tramite l’aiuto misterioso e onnipotente che viene da DIO e riusciamo in questo modo a fare la Sua Volontà, imparando simultaneamente dalle esperienze spirituali straordinarie che viviamo quando Dio realizza la Sua Volontà (in e attraverso di noi) per coloro che vuole aiutare tramite noi. Questo è un grande mistero, a cui molti di noi assisteranno interiormente quando metteranno in atto la Legge del Dono Occulto, così che DIO si manifesti, offrendo, tramite il nostro essere, a coloro che meritano, i Suoi doni divini di cui essi hanno bisogno. A seguito di questa esperienza spirituale profondamente misteriosa, sublime, elevante, ognuno di noi sarà profondamente trasformato, illuminato, purificato attraverso ciò che si manifesta allora tramite noi e beneficerà in questo modo della parte che gli spetta di diritto grazie all’aiuto che offre agli altri, quando tramite il suo universo interiore vengono donati i tesori spirituali che DIO Padre riversa sia su coloro che sono chiamati sia su coloro che sono scelti.


Note legali

Rimani in contatto con noi - seguici sui social!